On. Chiara Braga

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
 
On. Chiara Braga
TERREMOTO: "Imparare dalla tragedia e avviare azione straordinaria di prevenzione antisismica" PDF Stampa E-mail
Scritto da carla   
Giovedì 25 Agosto 2016 13:03

(Roma, 25 agosto 2016) "Di fronte alla catastrofe che ha colpito Amatrice, Pescara del Tronto, Accumoli occorre anzitutto stringersi attorno ai cittadini colpiti dai lutti e dalla devastazione delle proprie abitazioni e agli operatori che stanno lavorando nell'emergenza per salvare vite umane ed evitare altri pericoli. Voglio esprimere tutto il sostegno allo straordinario impegno del sistema dei soccorsi coordinato dalla Protezione civile, che ancora una volta ha dimostrato il suo straordinario valore". Commenta Chiara Braga, deputata e responsabile nazionale Ambiente del Partito Democratico, seguendo sin dalle prime ore gli effetti del catastrofico terremoto che ha colpito la provincia di Rieti e Ascoli Piceno.
"Non bisogna lasciare infatti nessuno da solo" - come ha già dichiarato il Presidente del Consiglio Matteo Renzi in visita ai territori distrutti dal terremoto di ieri notte. E' poi necessario - prosegue Chiara Braga - oggi più che mai, visto anche il susseguirsi di forti eventi sismici con cadenza temporale sempre più ravvicinata, attuare un serio piano straordinario di prevenzione e consolidamento antisismico nell'intera Penisola. Un'occasione per proseguire nella direzione di  investimento in questo settore già intrapresa in questi anni dal Governo e una opportunità di lavoro per le nostre imprese, che già oggi posseggono tecnologie all'avanguardia nel campo della prevenzione dagli effetti dei terremoti. L'audizione del Sottosegretario De Vincenti - conclude Chiara Braga - prevista a Montecitorio presso la Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici il prossimo 1° settembre, ci darà lo stato dell'arte delle azioni assunte da Palazzo Chigi già a partire da queste ore per fronteggiare l'emergenza e le intenzioni del Governo per rafforzare ulteriormente le politiche di prevenzione antisismica".
 
SPRECHI ALIMENTARI E FARMACEUTICI: "Approvata in via definitiva legge, combatte sprechi e semplificare donazioni" PDF Stampa E-mail
Scritto da carla   
Mercoledì 03 Agosto 2016 11:38

L'Aula del Senato con 181 sì, 2 no e 16 astenuti ha approvato definitivamente la legge per la limitazione degli sprechi alimentari. Un provvedimento che nasce su iniziativa del PD raccogliendo oltre dieci disegni di legge alla Camera, tra cui quelli di Chiara Gadda e Donata Lenzi in particolare.

Lo spreco alimentare vale nell'Ue 143 miliardi di euro all'anno, per 173 Kg procapite di cibo buttato. Il 70% dello spreco europeo deriva dal consumo domestico, dalla ristorazione e dalla vendita al dettaglio. Il 20% del cibo prodotto in Europa finisce per diventare spreco alimentare. In Italia, secondo i dati di Coldiretti gli sprechi alimentari costano al nostro paese 12,5 miliardi di euro persi per il 54% nel consumo, per il 21% nella ristorazione, per il 15% nella distribuzione commerciale, per l'8% nell'agricoltura e per il 2% nella trasformazione.

La finalità della provvedimento è quella di ridurre gli sprechi per ciascuna delle fasi di produzione, distribuzione e somministrazione di prodotti alimentari, farmaceutici ed altri. Tra gli obiettivi principali ci sono l'incremento del recupero e della donazione delle eccedenze alimentari, con priorità della loro destinazione per l'assistenza agli indigenti. Allo stesso tempo si favorisce il recupero di prodotti farmaceutici e altri a fini di solidarietà sociale. Importante anche il contributo alla limitazione degli impatti negativi sull'ambiente e all'educazione dei cittadini per diminuire i consumi alimentari in eccesso. Un fatto reale e concreto, parte dell'eredità di Expo Milano 2015 e dell'impegno assunto dall'Italia nel sottoscrivere la Carta di Milano, nella lotta contro la povertà alimentare che passa anche attraverso la riduzione degli sprechi e l'aumento dell'assistenza attraverso la distribuzione e la donazione di queste eccedenze alimentari e farmaceutiche ai soggetti indigenti e più bisognosi.

In allegato il testo della legge contro gli sprechi alimentari e il dossier a cura dell'Ufficio documentazione e studi del Gruppo DeputatiPD

Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Agosto 2016 12:00
 
ABUSIVISMO, SICILIA: “Inammissibilità sanatoria abusi buona notizia. Non si abbassi mai la guardia" PDF Stampa E-mail
Scritto da carla   
Lunedì 01 Agosto 2016 15:46
(Roma, 01 agosto 2016) “Le dichiarazioni del Presidente Giovanni Ardizzone dell’Assemblea Regionale della Sicilia sulla chiara inammissibilità dell’emendamento Fazio, “salva abusi edilizi” per gli edifici costruiti illecitamente a 150 metri dalle coste siciliane è una buona notizia. La Sicilia, come tutta l’Italia, non ha bisogno di altri condoni e soprattutto di altro cemento, specie sulle aree più belle e fragili del suo territorio, come le coste".
"Il recente "Rapporto Ambiente Italia 2016" di Legambiente lancia l'allarme e ci dice infatti che oggi il 51% dei litorali italiani è già stato trasformato da case e altre costruzioni, sovente abusive o già sottoposte a sanatoria. Un terzo delle spiagge è poi interessato da fenomeni erosivi attualmente in espansione. Fortunatamente, anche grazie al coro di proteste che l’emendamento Fazio aveva mosso, è prevalso il buon senso ma mai abbassare la guardia”. Lo afferma Chiara Braga, deputata e responsabile Ambiente del Partito Democratico, commentando le dichiarazioni del Presidente della Assemblea Regionale Siciliana Ardizzone sull'inammissibilità dell’emendamento di sanatoria abusi edilizi a prima firma del deputato regionale Fazio.
 
ABUSIVISMO, SICILIA: "No ad emendamento sana abusi in Sicilia" PDF Stampa E-mail
Scritto da carla   
Lunedì 01 Agosto 2016 12:32
(Roma, 01 agosto 2016) “Sarebbe un fatto gravissimo se domani l’Assemblea Regionale Siciliana approvasse l’emendamento del deputato trapanese Girolamo Fazio proposto per sanare anche gli abusi edilizi, realizzati nella fascia dei 150 metri dalla costa. La Regione Siciliana non può utilizzare grandi risorse locali, nazionali e comunitarie per promuovere il suo turismo e la sua sterminata bellezza e poi autorizzare simili “deregulation”, peraltro criminogene". Lo afferma Chiara Braga, deputata e responsabile nazionale Ambiente del Partito Democratico, commentando la votazione sull'emendamento sana abusi a prima firma del deputato regionale Fazio previsto in votazione domani all’ARS di Palermo.

"E’ infatti dimostrato - spiega Chiara Braga - che i condoni aumentano nel corso degli anni gli stessi reati ambientali precedentemente “sanati” e tali politiche demagogiche sono in contrasto stesso con la tutela dell’ambiente e la prevenzione dal dissesto di cui la Sicilia ha peraltro estremo bisogno. Negli armadi degli Uffici urbanistici siciliani giacciono ad oggi 770 mila richieste di condono edilizio, di cui 28.043 inevase dal 1985, 12.627 dal 1994 e 13.121 dal non meno lontano 2003. Non si dimentichino poi le alluvioni di Giampilieri nel 2009, di Barcellona Pozzo di Gotto nel 2011, le cui concause sono date proprio dall'incuria e dall'abusivismo in quei territori o, ad esempio, la frana di Scillato sulla A19 che divise in due l'isola. La mia attenzione sulla vicenda - conclude Chiara Braga - di cui è già al corrente anche il Ministro Galletti, sarà massima”.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 225

Chi è online

 31 visitatori online

PD YouTube

    

 

 

 

 

 

 


                                                                                                                                             

QTube

Video Id mancante!

Agenda

 

Basta un SI

Insieme per un'Italia più semplice


L’AMBIENTE AL CENTRO Edizione 2016

Scarica qui il report dei lavori del seminario 2016

Lunedì 12 settembre 2016 - Discussioni generali: 1) Ddl 3973 - Rendiconto generale dell'Amministrazione dello Stato per l'esercizio finanziario 2015 e Ddl 3974 - A Disposizioni per l'assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle Amministrazioni autonome per l'anno finanziario 2016; 2) Doc. XXIII, n. 17 - Relazione territoriale della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e illeciti ambientali ad esser correlati sulla regione Veeneto; 3) Doc. XXIII, n. 20 - Relazione territoriale della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlate sulla regione siciliana; 4) Pdl 3139 e abb. - Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo - Martedì 13 settembre 2016 - Discussioni con votazioni: 1) Ddl 3973 - Rendiconto generale dell'Amministrazione dello Stato per l'esercizio finanziario 2015 e Ddl 3974 - A Disposizioni per l'assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle Amministrazioni autonome per l'anno finanziario 2016; 2) Dimissioni deputata Capua; 3) Doc. XXIII, n. 17 - Relazione territoriale della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e illeciti ambientali ad esser correlati sulla regione Veeneto; 4) Doc. XXIII, n. 20 - Relazione territoriale della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlate sulla regione siciliana; 5) Esame dei disegni di legge di ratifica: a) Ddl 3086-A Italia-Austria in materi di cooperazione di polizia; b) Ddl 3766 Italia-Vietnam di cooperazione lotta alla criminalità; c) Ddl 3768 Italia-Andorra sullo scambio di informazioni in materia fiscale; d) Ddl 3940 Italia-Stati uniti messicani, mutua assistenza amministrativa in materia doganale; d) Ddl 3943 Italia-Armenia nel settore della difesa; f) Ddl 3944 Accordo di partenariato e cooperazione tra l'UE e suoi Stati membri e l'Iraq, accordo quadro di partenariato tra l'UE e i suoi Stati membri e le Filippine; 5) Pdl 3139 e abb. Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo - Interpellanze e interrogazioni - Mercoledì 14 settembre 2016 - Discussioni con votazioni: provvedimenti non conclusi - Interrogazioni a risposta immediata - Giovedì 15 settembre 2016 - Discussioni con votazioni: provvedimenti non conclusi - Venerdì 16 settembre 2016 - Discussioni con votazioni: provvedimenti non conclusi  - Interpellanze urgenti

Bacheca


ü  Quanto guadagna un deputato?


Link


 


 


PD Como

Federazione Provinciale Como


EcoDem


Giovani Democratici

Giovani Democratici Como


 

Camera dei Deputati


Senato della Repubblica


Cgil Como


Cisl Como


Uil Como



Uic


Fondazione Avvenire